italiano | english | deutsch
BOOKING ONLINE
migliore tariffa garantita
 
Prenotate dal sito
è veloce, comodo e conveniente!

CASTELLO DI MIRAMARE

“Monumento austriaco” in suolo italiano: visitate il Castello di Miramare

Lungo l’omonimo Viale Miramare, a circa 8 km dall’Albergo alla Posta e pochi passi dal nostro Hotel Miramare 4 stelle, potete ammirare uno dei simboli della città di Trieste e del suo illustre passato austriaco.

Gioiello di Massimiliano d’Asburgo

Questo castello, che tra i monumenti di Trieste è in assoluto il più visitato, nacque nel 1856 su un’idea dell’Arciduca d’Austria Massimiliano d’Asburgo.

In posizione suggestiva, direttamente affacciata sul mare dal panoramico promontorio di Grignano, qui Massimiliano volle costruire la sua residenza fondendo il genere neomedievale e romantico e costituendo un diffuso modello per molti nobili europei dei secoli a venire.

Attorno al Castello di Miramare, Massimiliano creò un rigoglioso parco, con statue e abbellimenti di ogni genere e soprattutto incredibili specie botaniche provenienti dai suoi numerosi viaggi.

Il destino del castello si legò ben presto a doppio filo con quello dello stesso Massimiliano d’Asburgo, ucciso in Messico nel 1867: sempre sotto l’impero asburgico seguì alterne fortune, fino a passare sotto l’amministrazione italiana alla fine della prima guerra mondiale.

Il Museo del Castello di Miramare

Dal 1955 il Palazzo-Monumento ospita il “Museo Storico del Castello di Miramare” che è tuttora aperto al pubblico.

Rappresenta un’occasione unica per visitare le stanze che furono abitate da Massimiliano e dalla moglie Carlotta, che sono ben conservate e mantengono tutti gli arredi originali compresi di ornamenti, mobili e oggetti risalenti alla metà dell’Ottocento. Da non perdere è anche Sala del trono, recentemente restaurata e riportata agli antichi splendori.
Viaggio nel tempo
" A 5 minuti a piedi dalla stazione, ben collegato con varie linee di bus se volete muovervi intorno (il 42 porta alle Grotte).  Bellissimo albergo, con stanze ampie, hall calda e piacevole, ambienti rilassanti, un bell’ascensore che sembra d’epoca. Sembra d’essere immersi ad inizio 900 in un romanzo di Andrea Vitali, mancano solo una postazione radio e un telegrafo.  Le stanze sono calde, accoglienti, ma con tutti i comfort "
Guga83
Roma. Italia
10/12/2014